Archivio Maggio, 2009

25

Mag09

Senza categoria

Arriva la “rivoluzione verde” di Obama. Forse.

Se c’è un merito che va universalmente riconosciuto al Protocollo di Kyoto è quello di aver lanciato il messaggio che la lotta ai cambiamenti climatici, al riscaldameto globale, alla crisi energetica rappresentano sfide cui nessuno Stato della comunità internazionale può sottrarsi. …leggi

0 Commenti

25

Mag09

Architettura bioclimatica

Suscettività degli edifici ed efficienza energetica. Forma, materiali costitutivi e caratteristiche dell’involucro edilizio nella progettazione ecoefficiente.

La suscettività degli organismi edilizi, nella sua accezione più completa e complessiva, risulta essere funzione della mutua interazione tra forma, dimensione, materiali costitutivi, caratteristiche di involucro (tipologia,dimensioni, quantità delle bucature, ecc.). …leggi

0 Commenti

25

Mag09

Architettura bioclimatica | Efficienza energetica nella architettura

Forma e dimensione degli edifici nelle strategie per l’efficienza energetica.

Dall’analisi della risposta della forma alla variazione delle condizioni ambientali, di ordine climatico in particolare, il fattore dimensionale è risultato di grande rilevanza ed incidenza nell’economia del comportamento ambientale degli edifici. Gli studi sperimentali hanno dimostrato inequivocabilmente dei maggiori vantaggi connessi con la grande dimensione. …leggi

0 Commenti

19

Mag09

Senza categoria

La progettazione di ambiti “protetti” per il controllo ambientale degli spazi outdoor ed indoor.

Il controllo del microclima negli spazi aperti può essere anche effettuato e regolato, con una maggiore efficacia nei risultati, attraverso una parziale “protezione” dell’ambiente outdoor. …leggi

0 Commenti

19

Mag09

Senza categoria

Il “retrofitting” energetico e bioclimatico degli assetti costruiti per una riqualificazione ambientale dei contesti urbani.

Se attraverso una progettazione architettonica e urbana specificamente orientata nella direzione della sostenibilità dello sviluppo degli assetti urbani è possibile realizzare assetti costruiti ecoefficienti e congruenti con le mutevoli esigenze della società urbana e le molteplici istanze ambientali, l’elevata quantità di edifici e di strutture urbane esistenti, spesso inadeguate sotto il profilo dell’ecoefficienza e tali da necessitare di interventi di riqualificazione e di ripristino delle adeguate condizioni di comfort ambientale e di fruibilità, nonché di riconversione delle modalità di funzionamento energetico, è tale da richiedere specifica attenzione e considerazione. …leggi

0 Commenti

14

Mag09

Senza categoria

Il Senato approva il disegno di legge “Sviluppo ed energia”. Via libera al ritorno del nucleare in Italia.

Lo scorso 12 maggio il Senato, approvando gli articoli 14, 15 e 16 del ddl “Sviluppo ed energia”, ha delegato il Governo ad innovare la normativa sul nucleare. …leggi

0 Commenti

06

Mag09

Senza categoria

V Rapporto ISPRA 2008. Un’analisi dettagliata della qualità dell’ambiente urbano.

L’Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale (ISPRA) è un ente di ricerca creato nell’agosto 2008 e che accorpa le funzioni di tre diversi enti di ricerca controllati dal Ministero dell’Ambiente. …leggi

0 Commenti

06

Mag09

Benessere abitativo e comfort ambientale

Luce naturale, comfort, salute ed energia.

La luce naturale deriva dall’energia luminosa di origine solare, che costituisce una importante quota-parte dell’energia solare complessiva in arrivo sulla terra. L’energia luminosa, sia diretta, ovvero veicolata direttamente dai raggi solari, che diffusa e riflessa ad opera del cielo, costituisce un fattore essenziale nella percezione dell’ambiente da parte dell’uomo. …leggi

0 Commenti

06

Mag09

Senza categoria

La comprensione dei Processi di Sviluppo Urbano per una Pianificazione Sostenibile.

I processi di crescita urbani vanno ricondotti a dinamiche complesse, regolate da una molteplicità e complessità parametrica di difficile controllo. …leggi

0 Commenti

06

Mag09

Senza categoria

Il G8 ambiente a Siracusa.

Si è concluso lo scorso 24 aprile, a Siracusa, il G8 Ambiente al quale hanno partecipato, oltre agli otto paesi più industrializzati del mondo (Italia, Francia, Germania, Stati Uniti, Giappone, Regno Unito, Canada e Russia), anche Cina, India, Brasile, Messico, Indonesia, Sudafrica, Australia, Repubblica di Corea ed Egitto, la Repubblica Ceca, in qualità di paese che detiene la presidenza di turno dell’Unione Europea e la Danimarca, in veste di paese ospitante la prossima Convention on Climate Change. …leggi

0 Commenti

Tools