Archivio Novembre, 2009

28

Nov09

Senza categoria

Produzione energetica da biomassa: fasi di attuazione.

La produzione energetica da biomassa prevede specifiche fasi di preparazione e differenti modalità tecnico-attuative. Queste ultime risultano sempre basate su una trasformazione termochimica indotta da un processo di combustione, a prescidendere dalla tipologia della biomassa (vedere anche l’articolo “Biomasse utilizzate nella produzione energetica: classificazione e tipologie” (1). A valle dello specifico processo di trasformazione termochimica della biomassa in energia, termica e/o elettrica, vi sono tuttavia diverse fasi, definite di “preparazione”, che occorre valutare ai fini di stimare con esattezza il livello di convenienza e di successo dell’iniziativa di produzione energetica. Tali fasi possono essere riassunte fondamentalmente in:

- Raccolta
- Trasporto
- Stoccaggio all’arrivo
- Pretrattamento
- Stoccaggio a bocca d’impianto (della biomassa pretrattata)
- Alimentazione dell’impianto

Per alcune specifiche tecnologie di produzione energetica ed in particolare per quelle basate sull’utilizzazione di biogas, può essere prevista anche una ulteriore fase, che precede e sostituisce la fase di pretrattamento, di “fermentazione anaerobica” (2) necessaria per la trasformazione della biomassa in biogas. …leggi

0 Commenti

28

Nov09

Cogenerazione

Tecnolgie per la produzione energetica da biomassa.

La specifica produzione energetica da biomassa può essere realizzata attraverso differenti tecnologie, alcune integrabili tra loro. La produzione energetica può essere di energia termica e/o energia elettrica, in funzione della particolare tecnologia utilizzata. Sinteticamente, lo specifico scenario tecnologico, relativo alle tecnologie ed alle modalità di produzione energetica utilizzabili, può essere così riassunto:

Caldaia = Energia termica
Caldaia + Turbina a vapore = Energia elettrica, energia termica
Motore endotermico = Energia termica, energia elettrica

Nel caso in cui la biomassa venga utilizzata per la produzione di gas combustibile di sintesi (syngas(1), prodotto mediante appositi gassificatori (2) il quadro di riferimento delle tecnologie di produzione energetica da biomassa potrà essere completato aggiungendo il seguente schema:

Gassificatore + caldaia = Energia termica
Gassificatore + caldaia + turbina a vapore = Energia elettrica, energia termica
Gassificatore + turbina a gas = Energia termica, energia elettrica
Gassificatore + turbina a gas + turbina a vapore = Energia termica, energia elettrica
Gassificatore + motore endotermico = Energia termica, energia elettrica …leggi

0 Commenti

19

Nov09

Cogenerazione | Efficienza energetica nella architettura

Biomasse e produzione energetica.

Il termine “biomassa”, riferito agli usi energetici ed alle modalità di produzione dell’energia, indica qualsiasi sostanza organica avente origine, direttamente o indirettamente, dal processo di fotosintesi clorofilliana. Sostanzialmente, le biomasse vegetali costituiscono una grande varietà di prodotti vegetali, di differente natura, consistenza biofisica e provenienza. Tuttavia, oltre ai prodotti di origine vegetale, il termine biomassa include anche, nella sua accezione complessiva, i composti organici di origine animale attraverso i quali è possibile attivare dei processi di produzione energetica (processi fermentativi in assenza/carenza di ossigeno), anche se il prodotto specifico ottenibile da tali processi viene anche definito con il termine biogas. …leggi

0 Commenti

19

Nov09

Efficienza energetica nella architettura

Biomasse utilizzate nella produzione energetica: classificazione e tipologie.

I vari tipi di biomassa utilizzabili nei processi e nelle tecnologie di produzione energetica possono essere distinti e classificati in funzione della loro specifica tipologia e della provenienza. E’ pertanto possibile distinguere cinque fondamentali tipologie di biomassa:

  • Biomasse da coltivazioni (piante per la produzione di olio vegetale, di etanolo o di sostanza secca combustibile)
  • Biomasse ottenibili da residui delle lavorazioni agricole (paglie di cereali quali frumento, orzo, ecc.; residui di potature arboree,ecc.)
  • Biomasse ottenibili da residui della selvicoltura e dell’industria del legno(rami e cortecce di alberi, trucioli, segatura, ecc.)
  • Biomasse residuali dell’industria (noccioli di frutta, gusci di frutta secca, vinacce e sanse esauste, ecc.)

Biomasse ottenibili da residui biologici dell’allevamento (liquami prodotti da animali vari)

In questo scenario emerge l’importanza del concetto di “filiera”, che va di fatto a contraddistinguere in maniera sostanziale le biomasse dalle altre fonti energetiche, rinnovabili e non. …leggi

0 Commenti

12

Nov09

Senza categoria

Analisi ambientale e tecnologie innovative.

Lo studio del comportamento termico degli assetti urbani, può essere condotto, oltre che attraverso particolari modelli di calcolo, anche mediante l’utilizzazione di specifiche tecnologie innovative e sofisticate, come quelle della fotografia satellitare all’infrarosso. Tali tecnologie cominciarono ad essere applicate allo studio del comportamento termico degli ambiti urbani a partire dai primi anni ’70, ed a tutt’oggi vengono ancora adoperate con esiti interessanti. Una significativa applicazione, sulla città di Roma, è stata sperimentata utilizzando i dati satellitari ERS-1 SAR e Landsat TM, forniti per il progetto “Heat island study in the area of Rome by integrated use of remote sensing tecniques”(1). …leggi

0 Commenti

12

Nov09

Senza categoria

Isola di calore urbana e fabbisogno energetico degli edifici.

La conoscenza della struttura dell’isola di calore urbana e delle fenomenologie termiche che la caratterizzano (vedere anche gli articoli “L’isola di calore Urbana” del……e “L’isola di calore urbana: un fenomeno con radici antiche” del…..), oltre a costituire un aspetto fondamentale nella comprensione delle dinamiche microclimatiche in ambiente urbano e quindi nell’individuazione dei livelli e della qualità del comfort ambientale ad esse connessa, riveste un importanza sostanziale anche in relazione a specifici aspetti tecnico-operativi come relativi alla valutazione dei consumi energetici e dal calcolo dei gradi-giorno per il riscaldamento domestico. …leggi

0 Commenti

Tools